domenica | by Stefano Reves S.


Adieux mes ecomonstres

Devo ammettere che in fondo mi mancheranno. Così scheletrici e fragili, così solitari, ma non per questo meno imponentemente autorevoli, e soprattutto meno inquietanti. Perché al visitatore che per la prima volta ammira(va) gli Ecomostri per antonomasia veniva in mente sempre e solo una domanda: ma come è stato possibile tutto questo, chi ha permesso un tale sconcio? Amministrazioni deboli, compiacenti, o cointeressate, sono queste le tre naturali risposte, non vale la pena proseguire oltre.

Qualche dato sui ''Condono''
E’ importante invece ricordare quali sono i rischi e le conseguenze di ogni legge sul condono. Perché, è dai tempi di Craxi, che basta pronunciare il termine ‘‘condono’’ per appurare una visibile impennata sui dati dell’abusivismo edilizio. Da quel 1985, anno del primo condono, quando le costruzioni abusive erano a malapena 105mila, siamo rapidamente giunti alle 125mila dell’anno seguente. Idem nel 1994, quando durante il periodo di Discussione dell' emendamento furono erette ben 83mila abitazioni fuorilegge, cifra record!.
E tanto per cambiare così è avvenuto con l’ultimo dei due condoni Berlusconi.
Secondo Legambiente e Cresme, sono state 40mila le costruzioni abusive realizzate nel 2003, tra immobili (29mila) e trasformazioni d’uso rilevanti (11mila). Conclusione: 18 milioni di metri quadrati in cemento illegale scaricati sulla nostra penisola.
Ben venga la dinamite quindi. Sperando che questa volta l’aria sia cambiata davvero, una volta per tutte.


13 Responses to “ ”

Show / Hide Comments
  1. Anonimo says:

    Si ambientalisti...

    Visto che si parla di Puglia sul tuo blog...vorrei ricordare come poche settimane fa Raffaele Crivelli, 52 anni, segretario provinciale barese del Prc sia finito agli arresti, e
    Carlo Dante Columella, amministratore di un colosso nella gestione e stoccaggio dei rifiuti, la Tradeco, nonchè grande elettore del compagno Nichi, sia indagato ed accusato per il reato di associazione a delinquere per riciclaggio illecito di rifiuti, con riferimento al caso della discarica di Canosa di Puglia.

    ...moralismo e retorica ambientale, come sempre, a parole...quanto ai fatti niente di più niente di meno...

    Aloha, espertone.

    Ichabod

  2. PieSca says:

    coda di paglia ??
    no perchè se ad un post sull'abusivismo edilizio si devono contrapporre vicende giudiziarie di politici di sinistra (e ti dico ben vengano tutti arresti possibili a questi delinquenti)mi fai pensare che associ l'abusivismo e relativi condoni ad una determinata fazione partitica, che quindi tendi a difendere tirando in ballo i già citati fatti che riguardano due esponenti della sinistra vendoliana.

    il tutto è ancora più inquietante se ti riconosci nell'ideologia craxiana del clientelismo corruzzionista...

    come tu ben dici(ichabod) fatti non retorica..ebbene i fatti ci dicono che questa personificazione del malaffare si sia concretizzata sotto quale amministrazione?

    la dovete smettere di tirare in ballo frasi fatte come quella con cui hai chiuso il tuo intevento , senza ne capo ne coda.

    le tue notizie su quei due personaggi sono sicuramente interessanti e importanti da conoscere, e spero che in futuro saranno oggetto di denuncia e non tirati in ballo per legittimare questo tipo di opera

  3. Artemisia says:

    purtroppo non ho fatto in tempo a vedere dal vivo l'ecomostro distrutto.

  4. Anonimo says:

    Punto nel vivo o cosa?
    Innanzitutto il primo a fare un intervento del tutto sconclusionato e gratuito sei stato tu sul mio blog, bollando i cittadini di Tocqueville come "banane" anziché "liberi". Ho semplicemente ricambiato con la stessa moneta. Mancanza di rispetto con mancanza di rispetto.
    Sono felicissimo anche io dell'abbattimento di Punta Perotti, ma non sopporto che una sola parte politica si arroghi il titolo di ambientalista per eccellenza quando non è affatto così. Quando Punta Perotti fu costruita la maggioranza era dominata da Democristiani e Socialisti...insomma CENTROSINISTRA come nei cinquant'anni della prima repubblica, non certo liberali dal pedigree selezionato. Di riciclati ce ne sono a bizzeffe in uno schieramento e nell'altro. C'è persino un Craxi a testa, o no? Io sono un liberale e sono contrario all'abusivismo, al malaffare ambientale ed all'illegalità, ma non tollero che ci si fregi ipocritamente di titoli che non si meritano. Grazie anche all'impulso del PCI, negli anni sessanta hanno devastato la mia provincia (Taranto) con l'"ecomostro" dell'Italsider, tanti malati di cancro quanti lavoratori impiegati. Ancora una volta governo di centrosinistra, statalismo aggressivo, consociativismo e nessuna, dico nessuna protesta degli "ambientalisti" di sinistra.
    Porta rispetto ed avrai rispetto.
    A presto.
    Ichabod

  5. PieSca says:

    confermi le mie ipotesi...

    che dire io cerco di interpretare i problemi alla luce del contesto attuale e del suo possibile sviluppo futuro e non rivango avvenimenti di 30-40 anni fà...è sintomo di estrema ignoranza, poichè non si vogliono aprire gli occhi su chi questi problemi oggi non vuole risolverli..anzi li aggrava.

    quindi mi chiedo, ma chi ha adottato la politica del condono selvaggio OGGI?? non me ne frega nulla di quello che succedeva alcuni decenni fà(le porcherie sono state fatte da tutti)sò solo che questo scempio è stato fomentato(non l'unico certo) dall'attuale governo...o no???

    ripeto..non so cosa pensare se una denuncia contro l'abusivismo in generale(oggetto del post di stefano)viene raccolta da te come questione, non personale, ma di ideologia partitica...avete assimilato l'illegalità nel vostro dna..ve ne rendete conto??

    ps: per inciso i democristiani e i socialisti di "allora" sono i forzisti di oggi

  6. dome says:

    E poi per piacere, il centrosinistra di allora era essenzialmente un forte centro (DC al 35%) più quello schifoso di Craxi e soci (PSI 6-10%). Quindi non parliamo di cose che non esistono. Liberali, ok, ma almeno un po' di conoscenza storica non guasterebbe. Evitereste brutte figure. Ma tanto basta ascoltare i deliri quotidiani di Silvio per capire che da quella parte la storia è un optional, vero?

  7. Fab says:

    "insomma CENTROSINISTRA come nei cinquant'anni della prima repubblica"...ma come ribattere ad una tale assurdità? E' proprio vero che continuando a dire una falsità, la gente finisce per crederci....Silvio l'ha studiata bene...Concordo in toto con Piesca. Bel post.

  8. Anonimo says:

    E no bello mio, i democristiani (il vostro candidato premier????
    ) ed i socialisti sono riciclati anche nelle vostre liste. All'abusivismo ed ad una politica ambientale penosa avete contribuito al pari degli altri. Io cito fatti di trenta, quarant'anni fa, è vero (già, ma non dovevo essere digiuno di storia...?), le cui ripercussioni sono tutt'ora ben peggiori di Punta Perotti, che pure è uno scempio e va disprezzato come merita. Ripeto: non sono favorevole all'abusivismo, e non credo che nessuna persona ragionevole lo sia. I condoni sono una pratica tendenzialmente inaccettabile con un triste record nella storia repubblicana d'Italia (benchè se ne tragga un beneficio bipartisan, come si dovrebbe chiedere all'ex Ministro Vincenzo Visco per la sua bella casa di Pantelleria...). Va bene, verità sacrosanta anche questa. Però, non mi venite a dire che per cinquant'anni non ha governato il centrosinistra perchè è una sciocchezza: statalismo, intervento ossessivo dello stato in Economia, assistenzialismo, spesa pubblica esorbitante finanziata con un debito pubblico incontrollato, legislazioni d'impresa e del lavoro soffocanti (avevamo la scala mobile!!!!!!!), concorrenzialità e meritocrazia sotto zero, collusione di governo ripetuta col PCI (altro che conventio ad excludendum...)secondo la bizzarra formula del bonanima di Moro "convergenze parallele"... Insomma, non mi sembra il programma di una forza liberale, anzi... Il fatto che Berlusca e la sua feccia si siano comportati nel solco della più becera tradizione politica italiana non mi impedisce di sostenere che lo schieramento alternativo rientra in pieno nella medesima tradizione, è anacronistico su molti temi economici, ed insiste su di una patente di superiorità morale del tutto gratuita.
    Quanto alla pertinenza o meno al post iniziale, ribadisco: a mancanza di rispetto rispondo con la stessa moneta.
    Grazie.

  9. aa says:

    finalmente è stato abbattuto uno scempio costruito dalla sinistra.

    http://rabbiabarcelona.blogspot.com/2006/04/uno-degli-ecomostri-ditalia-sta-per.html

    ciao, aa.

  10. PieSca says:

    io non vedo mancanza di rispetto nel tuo post..non so perchè ti ostini a considerare il tuo intervento come tale.

    non voglio essere ripetitivo, dico solo che dovremmo mantenere il dibattito sui temi attuali..su silvio e romano, non come persone (entrambe sicuramente impure da magagne, anche se c'è una discrepanza abissale)ma come mondi tra cui dobbiamo scegliere...io con questa italia non c'entro (accidenti questa la passo a cassini)...non so te, basta guardarsi attorno.

    per quanto mi riguarda io voterò per la legalità, per la ricerca, non voterò per il motto meno tasse per tutti, ma tassiamo tutti per pagare meno, voterò per una giustizia meno macchinosa, ecc..

  11. Anonimo says:

    Quindi visto che per 50 anni le cose sono andate male allora è colpa della sinistra. Se invece le cose vanno bene, bè, allora, è merito di un governo liberale di destra. Bel ragionamento. Sta a vedere che Andreotti era comunista e non ce ne siamo accorti. Pure Craxi....Ma per favore.... Ripassa un pò di storia, è meglio...

  12. Fab says:

    Silvio B. al dibattito: "Gli italiani non hanno mai dato la maggioranza ai comunisti in 60 anni di storia repubblicana". Sei convinto ora che in Italia prima non c'erano i comunisti o no? Se lo dice pure Silvio....

  13. Ah!, se lo sono...