lunedì | by Stefano Reves S.



9 Settemre 2001,

''Una data che resterà sotto il nome dell'infamia'', è la frase pronunciata dal Presidente Roosvelt subito dopo l'attacco a Pearl Harbor il 7 Dicembre 1941. Quel giorno (i libri di storia ed i film insegnano) la base portuaria Statunitense fu vilmente bombardata da caccia Giapponesi, con il governo impotente.
''Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un salto gigantesco per l'umanità''. E' il celeberrimo discorso pronunciato da Neil Armstrong subito dopo lo sbarco sulla luna.
Ci saremmo aspettati una frase altrettanto ''immortale'' dopo l'attentato alle Torri Gemelle, così non è stato. Nonostante ciò i tre eventi rimangono legati da un altro, orribile filo, quello della ''verità celata''. Perché non tutti sanno che forse la notte del 6 Dicembre 1941 Roosvelt fosse già a conoscenza del piano di attacco Nipponico (non intervenne per convincere il Congresso ad invadere l'Europa). In pochi notarono, quella sera del 20 Luglio 1969, un dato inconfutabile: lo sventolio della bandiera americana sul suolo Lunare.
Infine davvero in pochi hanno ancora visto questo filmato.
La storia è soltanto l'interpretazione di chi la scrive, affermare il contrario sarebbe inconcepibile.


3 Responses to “ ”

Show / Hide Comments
  1. Anonimo says:

    il video è inquietante....grazie per avermi fatto conoscere una verità "diversa".
    ciao

  2. emanuele says:

    questo video già l'avevo visto.... e se vai su www.reopen9/11.org o qualcosa del genere ci sono ancora più cose che ti fanno pensare..... è strano che una struttura costruita per resistere all'impatto anche di più velivoli, e colpita all'88esimo piano..... sia crollata del tutto fino alle fondamenta sbriciolando travi di acciaio a cui servono fisicamente minimo 1000 gradi per qualche ora per fondere.... ed è già successo che palazzi simili abbiano bruciato (davvero) per 24 ore senza per questo crollare.
    comunqeu complimenti bel blog

  3. Mattia says:

    Il video sostiene tesi interessanti ma false.La maggior parte di qst sono smontate sul sito attivissimo.net

    complimenti per il blog molto interessante.