venerdì | by Stefano Reves S.


Quei cattivi, cattivi ragazzi
la Gazzarra di Antonio
Lettere ai Senatori della Repubblica Italiana

-''Necrofori''. ''Venduti''
(On. Antonio Gazzarra, neanche a dirlo Deputato FI)

- ''Hanno fatto qualcosa di immorale''
(On. Silvio Berlusconi, Presidente e Deputato FI, pluricondannato proscritto/amnistiato)

Destinatari
- Senatore Carlo Azelio Ciampi, ex Presidente della Repubblica, ex Presidente del Consiglio
- Senatore Francesco Cossiga, ex Presidene della Repubblica, ex Presidente del Consiglio
- Senatore Oscar Luigi Scalfaro, ex Presidente della Repubblica, ex Presidente della Camera
- Senatrice Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la Medicina
- Senatore Sergio Pininfarina, considerato il piu' grande designer del 900
- Senatore Emilio Colombo, ex Ministro del Tesoro, tra i fondatori del Partito Popolare
- Senatore Giulio Andreotti, bè, quello la! (tra l'altro candidato dallo Stesso Berlusconi alla Presidenza della Repubblica)

Quando si dice, Ubi Maior...


29 Responses to “ ”

Show / Hide Comments
  1. Anonimo says:

    Ormai è un'occupazione...

    Ivana Iorio

  2. Anonimo says:

    Be certo...è un occupazione...perchè i senatori a vita li ha nominati questo governo, no? la Montalcini è una pericolosa minaccia rossa, no?....ricordo alla smemorata autrice del commento precedente che anche nel '94 i senatori a vita votarono...cara mia, a parte ripetere a pappagallo quello che dice Calderoli, sai dire altro? ne dubito...

  3. tommaso says:

    grazie della visita.
    ricambio, e noto con piacere che hai un blog molto interessante.
    spero che cin incontreremo spesso.
    a presto

  4. Anonimo says:

    Hai ragione, troppa monotonia,, ma la manotonia non sta nel mio ripetere a pappagallo quello che succede atualmente ma nell'ateggiamento continuamente iesorabilmente da criticare di questo attuale governo!!!Quando ti sveglierai sara troppo tardi!!!

    Ivana Iorio

  5. Anonimo says:

    chi mi traduce quello che si intendeva dire nel commento precedente? l'attuale governo critica continuamente...chi? cosa? il governo critica... se stesso? bah...ho bisogno di un dizionario Ivana Iorio/Italiano per capire...

  6. emanuele says:

    eheeheheh il dibattito iorio-anonimo mi fa impazzire.... io dico che non è uno scandalo che i senatori votano e votino secondo coscienza.... però trovo irraggionevole che la maggioranza debba contare sul loro voto per continuare la legislatura.... detto questo....ognuno è libero di fare quello che vuole, su certi personaggi si possono avere delle perplessità (vedi andreotti-cossiga), pero sulla montalcini o su ciampi.... in ogni caso sono tutti esperti di res-publica, è per questo che sono senatori a vita, perchè gli è riconosciuta una imparzialità dettata dal rispetto per la costituzione, per la patria, e per i suoi interessi.
    confido perciò che in caso di malefatta del nuovo governo, questi senatori saranno altrettanto compatti nel votare no.

    p.s.: un consiglio a berlusconi.... dopo attaccare i maggistrati, i giudici, gli oppositori, i giornalisti, i calciatori, i lavoratori, la costituzione, i cinesi, i tedeschi, gli arabi, ecc ecc, beh ora passi ai senatori a vita.... a quando il papa?

  7. tommaso says:

    @emanuele
    tranquillo, ad attaccare il papa ci pensa Bertinotti.

  8. Anonimo says:

    C'è una piccola differenza...Bertinotti è dichiaratemente comunista,e si sa che clero e comunisti non vanno d'accordo...anche se non ricordo attacchi di Bertinotti al vaticano nello stile di Silvio. L'ex primo ministro è invece il padre-padrone di un partito che vorrebbe essere la nuova Dc, di ispirazione fortemente cattolica, che per elemosinare i voti dei cattolici si professe sempre ultra-credente. Dunque un suo attacco al papa sarebbe ben più grave. Ma statene certi, quando gli converrà, Silvio si dichiarerà comunista e nemico giurato dei conservatori ex-dc...Visti i suoi continui voltafaccia, è solo questione di tempo, ma accadrà...

  9. Anonimo says:

    Ma per favore, per favore, quel cialtrone di bertinotti vuole imporre ai cattolici ciò che devono fare e pensare. ma dove siamo arrivati???
    Consiglio all'anonimo il Zingaretti che nel rapporto qualita/prezzo è molto migliore!!!

    Ivana Iorio

  10. Anonimo says:

    bene allora leggitelo tutto lo Zingaretti....ma arriva alla Z..se ti fermi alla A poi scrivi stupidaggini come quelle che si leggono qui....visto che di politica non ne capisci niente, almeno è la volta buona che impari l'italiano. Mi spiace ogni volta dover fare della sterile polemica con sta tipa, anche perchè poi si perde il senso dei post di Stefano. Vorrei infatti chiedere spiegazioni a Ivana...ma come, fischiate la Montalcini? Cossiga? una settimana fa Ciampi era l'unico paladino della repubblica e adesso lo fischiate? E Silvio parla di "immoralità"? ma per favore....

  11. emanuele says:

    ivana.... senza alcun scopo polemico e nel rispetto della tua fede, vorrei dire, ricordare, che lo stato è laico, e deve garantire la libertà di tutti gli individui come da costituzione, ivi inclusa quella religiosa.
    il vaticano, i cristiani, come ebrei, musulmani, indù, taoisti, buddisti, induisti, ecc ecc, non si devono permettere di immischiarsi di politica, in particolar modo quando non viene leso loro alcun diritto, lo stato deve farsi garante e promotore di maggiori diritti per i cittadini, e non divulgatore della verità e realtà di una delle fedi di uno stato straniero, il vaticano ha il proprio stato e ha il diritto di gestirselo da solo.
    l'italia ha il diritto e dovere di gestirsi senza interferenze esterne, e senza condizionamenti morali.... altrimenti si rischia di tornare al medioevo.
    come non si possono accettare gli estremismi dei musulmani, così non possiamo accettare gli estremismi cattolici.

  12. luigi says:

    I fischi alla Moratti e a Buttiglione per la destra erano vergognosi, quelli ai senatori a vita sono giusti.
    Se fossi un elettore di destra mi vergognerei dei miei rappresentanti, per fortuna sono un elettore di sinistra e almeno queste indecenze non devo subirle.
    Ciao,
    luigi

  13. Nec says:

    Finchè si confonde peccato con reato non faremo progressi. Se uno non crede nel cristianesimo, non vedo perchè debba ascoltare le prediche del vaticano sul matrimonio e perchè ci debbano essere leggi che gli impediscano di stare insieme a chi vuole, solo perchè per una religione questo è peccato. Cara Ivana, a me Bertinotti non mi ha MAI imposto nulla; viceversa mi pare che la chiesa cattolica voglia imporre la sua visone della vita anche a chi non crede. E questo è profondamente sbagliato.

  14. dome says:

    E scusatemi, quand'è che Bertinotti ha attaccato il Vaticano? Se vi riferite alla sua partecipazione a Porta a Porta dell'altra sera, non ha attaccato nessuno, ha espresso pacatamente il suo pensiero. Capisco che per una razzista discendente del mito celtico-padano la libertà di opinione è un principio incomprensibile, ma fortunatamente per le genti dotate di un minimo di senno non è così. Poi qualcuno mi deve spiegare perchè i fischi ai senatori a vita erano giusti. Quelle persone non stanno lì per fare i soprammobili, ma per votare secondo coscienza, senza alcun vincolo di partito.

  15. Anonimo says:

    In una democrazia decide la magioranza delle persone del popolo. La magior parte del popolo è cattolico quindi spiegatemi perche bisognerebbe appogiare le idee che vanno contrastanti contro il pensiero cattolico e quindi del vaticano. Bertinotti ha nel suo partito gente come caruso o come luxsuria. Ora dovete spiegarmi come si fa, partendo dal principio che la magior parte del popolo e la quasi totalita dei cattolici ripudia queste persone per fede e per religione, essere daccordo con le assurdita di bertinotti??' la magior parte dei comunisti è cannaola e frociolesbica e sopratutto anti-cattolica. Lo statpo laico che dici tu emanuele non si potra mai fare perche la magior parte delle persone è cattolica e giostamente pensa da cattolico. allora tutti i partiti centristi non dovrebero esistere? non dovrebe esistere FI (discende in parte da Dc)Margherita UDC Udeor ecc... Praticamente è un utupia!!!
    X anonimo ottoe52
    la montalcini non dovrebe nemmeno andare in parlamento a quelletà ci si puo anche riimbecillire.
    cossica i fischi se li merita e andreotti anche
    e poi bisogna portare giovani come Maroni e Calderoli in parlamento non vecchi come ciampi o francesco marini!!!
    Qualcuno accusa berlusconi di aver detto immoralita" ma ricordate prodi quando ha definito quelli dell'ex magioranza come "delinquenbti"
    Il delinquente ce l'avete voi che sta facendo perora il ministro della giustizia ...vergogna!!!

    Ivana Iorio

  16. Anonimo says:

    Ecco... vedete? come si può ragionare con una che pensa che i comunisti sono tutti "frociolesbiche"? Cara Ivana allora visto che la maggior parte degli italiani è cattolica è giusto che imponga le sue idee al resto della popolazione? Questa è la tua idea di democrazia? Una settimana fa sostenevate Ciampi e Andreotti e adesso li fischiate? Sai cosa significa la parola "coerenza"? ne dubito.Guarda che se Ciampi è senatore a vita è perchè è un ex presidente della Repubblica, non è che l'hanno eletto i comunisti ieri l'altro. E' mai possibile che tu non sappia NESSUNA regola della democrazia? Portare gente nuova come Calderoli e Maroni? Ma sono già stati eletti,SVEGLIA! Il primo è al senato e il secondo alla camera dei deputati. Io non so, ma pensi quando parli? Mai una frase di senso compiuto. MAI. Cari Dome, Emanuele, io capisco che vogliate spiegare le vostre ragioni a chi non la pensa come voi, ma dovreste farlo con qualcuno che almeno "pensa" a qualcosa, non alla gentile signorina razzista bigotta analfabeta che bazzica da queste parti....Vedo inoltre che il dizionario proprio non lo vuole leggere...dai, arriva almeno alla B...troppo difficile, eh?

  17. Cogito says:

    Quando "certi"voti aiutano il centro-destra è tutto ben fatto, quando aiutano il centro-sinistra siamo di fronte a degli scandali.
    Il vero problema secondo me non sono nè i senatori a vita nè il loro voto di fiducia. Il problema reale è l'atteggiamento di questa destra. La loro strategia del "famo casino" ormai è chiarissima; ogni appiglio, ogni minuzia è una scusa buona per fare "chiasso politico". Così facendo però non andranno lontano....vedrete...non andranno lontano.

  18. Anonimo says:

    All'anonimo che non si firma mai..credo e penso che sia sempre lo stesso alla fine......

    1)Quindi se non devessere il pensiero di una magioranza di persone (i cattolici) a imporsi con le loro giuste decisione in uno stato allora dovra essere secondo te il pensiero di una minoranza (froci, coloro che sono contro il pensiero cattolico, comunisti ec...) a prevalere???
    E' questo il tuo concetto di democrazia??????
    2)Io o scritto "gente giovane" non "gente nuova".Sarò un pochino pure igniorante (platone era fiero di esserlo) però non sono ceca e ipocrita come te.
    3)dopo aver scritto che sono una analfabeta razista bigotta e per questo motivo aver consigliato agli altri di non colloquiare con me pretendi di essere 1 che SA DAVVERO cosè il concetto di DEMOCRAZIA?

    Ivana Iorio

  19. Anonimo says:

    E' inutile. Tu dici che la religione che è maggioranza deve inmporre le proprie leggi. Allora è giusto che in un paese a maggioranza musulmana siano imposte le leggi del Corano. Quindi giustifichi i regimi teocratici di alcuni stati medio-orientali. Cosi difendi il comportamento estremista di alcuni musulmani da te tanto odiati. Gli integralismi non vanno mai bene. Secondo te invece l'integralismo cristiano è ok, quello degli altri non va bene. I cristiani devono imporre le loro idee a chi non la pensa come loro. I musulmani e i comunisti froci non devono. Mi piacerebbe che rispondessi a questo controsenso. Evita parole del tipo "ipocrita" e cose del genere che non c'entrano niente ma che metti solo per riempire i tuoi vuoti discorsi.....

  20. Anonimo says:

    Allora, intanto vediamo di capire di cosa stiamo parlando. Discorrendo dell’Italia dobbiamo parlare di democrazia rappresentativa, una forma di governo in cui gli aventi diritto eleggono dei rappresentanti per essere governati. Un altro modo per chiamare questa particolare forma di democrazia è democrazia indiretta, per contrapporla alla democrazia diretta (sul modello di quella dell’antica Grecia, per intenderci). Parlando di democrazia ci si riferisce quindi ad una determinata modalità di esprimere il potere da parte del popolo. Fu Aristotele, per primo, a distinguere tra monarchia, aristocrazia e democrazia. In questo contesto, l’Italia e una democrazia rappresentativa.
    Per la precisione è una democrazia indiretta che usa come unico strumento di democrazia diretta il referendum. Le rappresentanze parlamentari vengono determinate, si è detto, tramite elezioni. Le elezioni del 9-10 aprile hanno decretato una vittoria – discutibile quanto ti pare, ma sempre una vittoria – del centrosinistra. Democraticamente, dunque, il centrosinistra ha le credenziali per governare.
    Per il resto ti faccio notare che ho serissimi dubbi che la maggior parte del popolo italiano sia cattolico. Sono abbastanza sicuro che, vagamente, crede nel Dio che gli è stato raccontato a catechismo. Ma sono sicuro che dei precetti, dei dogmi, dei comandamenti della religione cattolica non sappia nulla. E se ne sa qualcosa se ne frega allegramente. Così come se ne frega allegramente dei principi morali che dovrebbero guidare il pensiero e il comportamento di un cattolico. Perché il cattolicesimo non è solo dire no alle unioni di fatto, alla fecondazione assistita, alla rimozione del crocifisso nelle aule di scuola. E’ anche – solo per fare qualche esempio – dire no al sesso prematrimoniale, dire no al preservativo e agli altri anticoncezionali, dire no al divorzio, andare a messa, credere nella verginità di Maria. Potrei andare avanti quanto ti pare. Il succo è che, ne sono convinto, ci sono relativamente pochi cattolici in Italia. La maggior parte del popolo ha sviluppato una sua interpretazione del cattolicesimo, cangiante e diversamente rigida a seconda delle conveniente. Le tue affermazioni sono un esempio di questo rimaneggiamento. La discriminazione, l’insulto, l’intolleranza e il rifiuto del diverso non mi sembrano proprio comportamenti e atteggiamenti propriamente cristiani. Senza rancore ovviamente, sono solo mie osservazioni.
    In risposta ad una tua precedente osservazione. Lo stato laico c’è già ed è quello in cui vivi. Non c’è bisogno di ‘farlo’. Di questo temo proprio dovrai fartene una ragione: l’Italia è uno stato laico.

    2) Non era Platone, ma Socrate. E non era fiero di essere ignorante, ma ‘sapeva di non sapere’. Converrai che tra il sapere di non sapere e l’essere fiero di non sapere esiste una significativa differenza.
    Relativamente alle proposte di Maroni e Calderoli, come ormai sospetterai, nutro qualche perplessità. A dirla proprio tutta fatico a capire come possano essere divenuti rappresentanti dello Stato e come possano richiamarsi all’identità cristiana. E non lo dico per una qualche avversione particolare preconcetta…fatico sinceramente a comprendere, proprio da un punto di vista logico, come persone che ‘con la bandiera italiana ci si pulivano il culo’ possano essere finiti a rappresentarla quella bandiera. Solo per fare un esempio tra i tanti. Relativamente alle radici e all’identità cristiana, invece, non ho ben chiaro quale fosse il valore cristiano che muoveva i loro passi allorché andavano a sconfessare con urina di maiale il luogo in cui avrebbe dovuto sorgere una moschea (iniziativa promossa da Borghezio mi pare). O quando proclamavano una geniale soluzione al problema dell’immigrazione clandestina: le cannonate. Averci pensato prima! Anche qua gli esempi sarebbero numerosi. Insomma, in qualità di rappresentanti dello stato Maroni e Calderoli non è che rappresentano i miei ideali. Per quanto, tra i due, Maroni fa la figura del talentuoso statista. D’altronde la farebbe chiunque credo.

    3) Io ho alcuni dubbi circa il fatto che tu abbia una qualche nozione relativamente al concetto di democrazia. E lo dico senza voler offendere, ben conscio anche delle mie lacune e dei miei difetti sul tema. Perché, tornando a Socrate, sapere di non sapere è già qualcosa. E lo è tanto di più nella misura in cui diventa la condizione necessaria nel cammino che porta al conoscere.

    SP

  21. Nec says:

    Condivido in toto l'analisi lucida di SP. Complimenti anche per la pazienza che hai avuto nel ribattere punto su punto. Anche a tutti gli altri, sia chiaro...Stefano, emanuele, dome...Mi piacerebbe leggere un'analisi (o un critica) simile da parte di Ivana. Ma so che nn succederà....

  22. Anonimo says:

    Con la nomina di altri cinque senatori a vita da parte dell'On. Napolitano sarà inutile per fare le elezioni. Abbiamo un nuovo Regio Senato?

  23. Anonimo says:

    Nec, che tu mi odi a prescindere da ognialtra cosa lo so gia bene oramai.
    ESSE PI
    Sono daccordo che dalle loro parti i musulmani estremisti mandano avanti al paese se essi sono la magioranza del paese. E' una cosa estremaente falsa che i cattolici qua da noi siano relativamemnte pochi. I cattolici ci sono eccome e sonpo la magioranza quasi la totalita del popolo. Come ognialtra cosa ci sono delle evoluzioni e è chiaro che anche nel catolicesimo ci sono diverse "versioni". Pero sui temi piu importanti sono tutti daccordo!!! Sui pacs degli omosesuali sono tutti contrari, sulla imposizione delle religioni delle costumi e di ogni cosa sia diversa dal nostro pennsiero!!! I musulmani estremisti fino a quando saranno la magioranza possono imporre quello che cavolo voglono a tutti gli altri...li da loro. Ma qua no, qua non devono farlo, anzi qua devono cercare sagiamente di evitare pure di venire. Sennò CANNONATE, e pure pesanti... Secondo te le mie afermazioni sono un esempio di questo rimanegiamento da te sopraccennato, ma non è precisamente cosi!!! Asumerò questo attegiamento solo quando sarò portata a farlo!! Calderoli e Borghezio possono a volte fare delle cose un po atipiche ma alla fine sono delle bravissime persone e anno degli ideali da condividerein pieno. Poi Maroni, non ne parliamo, che cavolo ha fatto di male Maroni???? Santo subito!!!
    Io non so, e inoltre non sapro mai come dice anche socrate (mi scuso per la confusione con platone) e siccome non sapro mai sono fiera di essere igniorante!!! Questa si chiama coerenza!!!
    Qunidi il fatto che trovi sbagliato essere fieri di essere ignioranti dimostra che tu non lo sei fiero, e quindi affermi che non sai di non sapere o forse, fingi di non sapere di non saprere!!!


    Ivana Iorio

  24. NEC says:

    Ivana nn sono contro di te. L'odio non fa parte della mia vita.... solo fatico a capire il suo pensiero. Da una parte c'è SP che argomenta il suo punto di vista. Dall'altra ci sono una serie di pensieri astrusi...Innanzitutto fatti un giro in chiesa la domenica e vedi se la totalità degli italiani è cattolica osservante. Resterai delusa. Tutta la gente che conosco, di qualunque credo politico, nn mette piede in una chiesa da anni. Poi non è vero che la quasi totalità della gente è contraria ai pacs...ad occhio e croce direi che, viste le recenti elezioni, almeno 19 milioni di persone non è contraria ai pacs. Quello che pensi tu non è quello che pensa TUTTA l'Italia. Tu che auguri cannonate contro gli immigrati ti definiresti cattolica? Ma hai mai letto la bibbia? mi pare di no....

  25. Anonimo says:

    Quindi vuoi dire che la magior parte del nostro popolo èa ateo o musulmano????? Fammi capire checcosì non sei chiaro...


    Ivana Iorio

  26. Nec says:

    Ripeto: vai in chiesa alla domenica e guarda tu stessa quanta gente c'è. La metà rispetto a 15-20 anni fa. Se nn te ne sei accorta, la chiesa e la fede sta attraversando un pò di crisi ultimamente. Ma guarda che io non ho nulla contro chi crede in Dio. Ma questo non significa che chi crede debba imporre leggi anche a chi non crede! Perchè io non posso convivere con la mia ragazza senza essere sposato "in chiesa" se entrambi non crediamo nella religione cristiana?

  27. Anonimo says:

    Socrate:

    Partiamo con il chiarire che non ho sostenuto, in quanto ho scritto, che l’essere fieri di ‘essere ignorante’ sia sbagliato. Prima agire in tal senso, l’avrai intuito dal mio argomentare, avrei dovuto chiarire cosa intendere per ‘giusto’ e ‘sbagliato’. L’avrei dovuto fare in campo conoscitivo, gnoseologico, perché questo era il contesto diretto della discussione. Ma avrei anche dovuto farlo in un ottica estetica, morale, etica e politica…visto che queste sfere sono piuttosto legate l’una all’altra nel pensiero socratico (e platonico).
    Ho sostenuto che tra il sapere di non sapere e l’essere ‘fieri di essere ignoranti’ esiste una sostanziale differenze. Tanto per chiarire.
    Il pensiero di Socrate, come saprai, ci è tramandato dagli scritti di Platone, che l’ha presumibilmente rielaborato al fine di sostenere determinate tesi. Che mi risulti Platone non riferisce di un Socrate che nega la possibilità della conoscenza. Socrate, l’ho già scritto, ricorre alla massima ‘so di non sapere’ proprio al fine di muovere i passi verso la conoscenza. Non già per proclamare la propria fierezza in campo di ignoranza, quanto piuttosto per giustificare un determinato atteggiamento verso il mondo e verso il conoscere.
    Hai ragione quando scrivi che non sono fiero della mia ignoranza. Il che però non significa che sia fiero delle (poche) cose che conosco (magari anche male). Significa solo promuovere quell’atteggiamento socratico di ‘curiosità’ e ricerca di cui sopra.

    Per il resto, ti inviterei a riflettere circa la curiosa ipotesi che fari relativamente all’esistenza di varie ‘versioni’ del cristianesimo. E’ una cosa che non esiste. La religione che tu tanto apprezzi non ha varie versioni. E’ una sola, come una sola è la Chiesa. Non si tratta di un club privato dove ogni tanto posso andare se ne ho voglia e altre volte magari no. Il tuo affermare che esistono varie ‘versioni’ del cristianesimo mi pare si integri al mio sostenere l’esistenza di varie interpretazioni che le persone danno a tale religione. Il fatto è che l’interpretazione valida, se vuoi sostenere di far parte di quel certo club, è una sola. Le altre possono essere splendide, ispirate, rette, moralmente ineccepibili, giuste, ma non sono il cristianesimo. Sono, come dicevo, delle interpretazioni che fanno sostanzialmente riferimento a logiche di convenienza e di compromesso. Quanto ai grandi temi, mi pare si tratti di temi sociali e politici più che temi religiosi, visto che sorgono in conseguenza ad accadimenti sociali e politici e non a ‘rivelazione’, problemi teoretici o teologici. Che le unioni di fatto siano osteggiate dalle gerarchie ecclesiastiche è un dato di fatto, per carità. Così come è un dato di fatto l’esistenza di numerose situazioni che soffrono di una ‘carenza legislativa’. Un altro dato di fatto è che il legiferare è compito dello Stato, che tra le altre cose si professa laico. Peraltro non è che si leverebbe qualcosa alle unioni ‘tradizionali’, semplicemente si andrebbe a colmare una lacuna che in ogni caso – lo si voglia o no – esiste. Non vedo perché una persona dovrebbe volere che altre persone non godano dei suoi stessi diritti.
    Quanto alla questione immigrazione, guarda che non è che ‘immigrato’ significa ‘estremista’. Ci sono estremisti e criminali tanto tra gli immigrati quanto tra gli italiani. La bontà e la cattiveria penso siano state distribuite in maniera piuttosto omogenea tra tutte le persone.
    Non mi pronuncio relativamente a Calderoni e Borghezio perché in questo ambito credo che il divario di opinioni sia incolmabile, almeno a quest’ora. Chiedo venia se mi fermo, avrei in animo di scrivere altro, ma sono decisamente stanco e inizia ad essere un po’ tardi.

    SP

  28. Anonimo says:

    non ho neppure avuto voglia di leggere fino alla fine tutti i Vostri commenti! mi scuso per la mancanza!
    vorrei alla fine contribuire in questa discussione con l'opinione dell'italiano medio, con il cellulare medio e con il digitale terrestre medio che va a Milano marittima a prendersi l'aperitivo medio a 7 euro a bicchierino, e si scandalizza per il calcio medio e l'infamità media...ecc
    insomma signora I. I.: ma vattene a fanculo!!!
    non meriti neanche di essere prese in considerazione per quello che dici VAFFANCULO
    forza brazile
    giansante marco

  29. dome says:

    E' inutile commentare le scandalosità che provengono da una malpensante come Ivana Iorio, rinunciamoci. Invece vorrei fare i complimenti a SP, chapeau per quello che pensi e scrivi.