domenica | by Stefano Reves S.


Virus Letale colpisce ancora
The Guardian mette in guardia gli inglesi (almeno loro)

''Berlusconi è il fenomeno politico più pericoloso oggi in Europa''. È la più temibile minaccia alla democrazia in Europa occidentale dal 1945''.
A scriverlo non è uno dei tanti giornali italiani che il premier ascrive all’opposizione, ma uno dei più autorevoli quotidiani inglesi, The Guardian, indipendente, ma da sempre vicino al Labour. ''Con i suoi attacchi indiscriminati a chiunque lo ostacoli sulla strada del potere personale e dell’arricchimento, ha avvelenato la vita pubblica italiana. È un discendente diretto di Mussolini''.

È duro il giudizio sulle scelte del New Labour inglese e di Tony Blair, accusato di aver accolto Berlusconi come suo alleato privilegiato nella politica filo-Bush di fronte alla rottura dell’Europa sulla guerra in Iraq: ''Blair mostra chiaramente un rapporto politico e personale con Berlusconi. E questo ha dato l’impronta a tutto il New Labour: Berlusconi è visto come l’uomo con cui avere a che fare''.

Un errore gravissimo, una responsabilità condivisa a livello europeo: ''Si può argomentare che l’estrema destra incarnata da personaggi apertamente razziste e xenofobe come Jean-Marie Le Pen e Jorg Haider rappresenti un pericolo più grande, ma questi personaggi rimangono tutto sommato outsider nella scena politica europea. Berlusconi no. Durante i suoi due mandati come primo ministro c’è stata una seria erosione della qualità della democrazia e del livello della vita pubblica in Italia''.
''Il rapporto fra Berlusconi e il fascismo italiano non è difficile da decifrare''. Ma a un patto: ''C’è sempre stata una tendenza privilegiata a credere che il fascismo torni nelle sue vecchie forme. Ma questo non è mai stato il vero pericolo. Ciò che dobbiamo temere è il ripresentarsi del fascismo in un nuovo abito, che rifletta le nuove condizioni globali, economiche e culturali, del tempo in cui si vive. Berlusconi è proprio questo. Mostra disprezzo per la democrazia: ad ogni occasione cerca di distorcerla e di abusarne. Non ha rispetto per le autorità indipendenti – pronto ad accusare i giudici di essere lacché dell’opposizione e descrivendoli come ''comunisti''.

Per l'articolo completo (in inglese) clicca qui.

P.S.
Venerdì Eugenio Scalfari per L'Espertone.


3 Responses to “ ”

Show / Hide Comments
  1. Hey, l'ho scritta prima io del Grillo!

  2. Anonimo says:

    molto peggio del dux!

  3. Nico says:

    L'articolo del Guardian è tanto affascinante quanto audace anche se,
    a dirla tutta, riflette considerazioni che avevo fatto in passato.
    Più in particolare, secondo la mia opinione, quello che accomuna più
    di ogni altra cosa il presidente Berlusconi al fascismo (o meglio
    al simpaticissimo Benito) è, oltre alla mancanza di rispetto per le
    autorità indipendenti, la formidabile capacità di dire alla gente
    quello che la gente vuole sentirsi dire. Frasi come: "Abbiamo
    risollevato l'economia", "Siamo fuori dalla crisi", "Siamo ai vertici
    dell'Europa" suonano benissimo, per carità, ma io mi sento pesantemente
    preso per il culo. L'unica spiegazione possibile è che il nostro giovane
    e vincente premier ritiene che io sia un demente. Questa riflessione,
    è più che sufficiente a spingermi a dare il mio voto a qualcuno che
    abbia una migliore considerazione di me.